Salta al contenuto

L'agronomo Daniel Caldiz nuovo consulente Restrain in America Latina

Immagine: Daniel Caldiz


Restrain sta espandendo la sua attività in America Latina. L'esperto internazionale di patate e agronomo Daniel Caldiz è entrato a far parte di Restrain come consulente internazionale di patate.

Caldiz è stato associato all'Università di La Plata, in Argentina come ricercatore agronomico per più di vent'anni. Ha poi lavorato nella ricerca e sviluppo presso McCain Foods tra il 2000 e il 2020, prima come Agronomy Manager e successivamente come Global Director of Agronomy. Piuttosto che adagiarsi sugli allori, ora usa la sua decennale esperienza come consulente internazionale di patate presso Restrain.

Un sistema intelligente, semplice e sostenibile

"In Restrain posso combinare le mie due aree di competenza", spiega Caldiz. “Primo, la mia conoscenza scientifica sulle patate; e in secondo luogo, la mia esperienza nella lavorazione commerciale delle patate. Penso che Restrain offra una soluzione intelligente, semplice e sostenibile. Il software fa la maggior parte del lavoro, è facile da usare per i coltivatori e utilizza il gas naturale etilene per prevenire la germinazione, invece dei prodotti chimici. Come agronomo, mi piace. "

Qualità costante e nessun tempo di attesa

Caldiz vuole espandere l'uso di Restrain in paesi come il Brasile e introdurre la tecnologia nei paesi dell'America Latina dove non è ancora utilizzata. “A differenza dell'Europa, le patate in America Latina vengono coltivate tutto l'anno e spesso vengono consegnate immediatamente. Tuttavia, la conservazione delle patate è un valore aggiunto, soprattutto per i trasformatori di patate. Preferiscono lavorare sempre con le stesse varietà di patate di qualità costante. Restrain lo rende possibile conservando le patate in modo sicuro mantenendo la qualità. Inoltre, le patate possono essere lavorate già due giorni dopo il trattamento Restrain, senza tempi di attesa ".

Reazioni positive grazie al buon risultato

In Europa, il divieto di CIPC ha capovolto il mercato degli inibitori dei germogli. In America Latina la situazione è diversa, spiega Caldiz: “In alcuni paesi il CIPC non è affatto registrato. Lì, Restrain sta già diventando noto come un inibitore dei germogli efficace ed economico, grazie ai buoni risultati presso i grandi trasformatori brasiliani e in Europa ".

“Nei paesi in cui l'uso del CIPC è ancora consentito, vediamo che le aziende si stanno preparando per il futuro e per un possibile divieto. In quei paesi, vogliamo familiarizzare i coltivatori con la tecnologia e i vantaggi di Restrain. Mi piace l'interazione con coltivatori e trasformatori. Mi piace informarli su Restrain e spero di poterli convincere a iniziare a usarlo. Le prime reazioni sono molto positive. "

Contatti

Daniel Caldiz
Cellulare: + 54 9 2266 44 3978
E-mail: [email protected]
Sito web: www.restrain.eu.com

 

 

Sei pronto per usare Restrain?

È tempo di provare il gas etilene